Titano San Marino - BSL San Lazzaro 85-61


BSL San Lazzaro: Omicini 4, Lanzarini 24, Tepedino 8, Flocco 3, Betti 9, Micheli 2, Moretti 3, Baldi, Carletti, Domenichelli, Negroni 8, Zecchini. All. Comastri, ass. Bettiol

San Marino: Gaspari 4, Palmieri 18, Semprini Cesari 10, Felici 17, Flan 10, Alviti 3, Squarcia 3, Riva ne, Campajola 8, Pasolini, Buzzone 8, Buo 4. All. Padovano

Parziali: 22-21, 41-33, 64-52, 85-61.

Brusca battuta d'arresto per la BSL Bissoli & Bissoli che nel campionato di Under 18 Eccellenza DNG è stata sconfitta in casa della Pallacanestro Titano San Marino, guidata verso l'85-61 finale dalle ottime prestazioni di Palmieri (17 punti e 12 rimbalzi) e Felici). L'approccio biancoverde è stato decisamente positivo: i canestri di Lanzarini (top scorer BSL con 24 punti), Negroni e Moretti hanno infatti dato la spinta alla BSl per portarsi a +7 (18-11). Un gap cancellato dall'immediata replica sanmarinese affidata ai guizzi di Pamieri che ha ispirato l'11-3 capace di riportare avanti la formazione del Titano. San Marino, non paga, poi ha dato un'altra piccola spallata ai biancoverdi a fine primo tempo con le giocate vincenti di Squarcia e Felici che hanno messo la loro firma sul 6-0 che valso il 41-33 alla pausa lunga. Per tutta la terza frazione la BSL è comunque riuscita a tenere la scia dei padroni di casa e adddirittura all'alba della quarta frazione si è portata ad un passo dal -4. Alla fine però la Bissoli & Bissoli ha pagato lo sforzo profuso cedendo nelle ultime curve del match 

"A tratti abbiamo interpretato bene la partita - ha commentato a fine gara coach  Francesco Comastri - ed abbiamo sempre fatto dei break positivi. Purtroppo le basse percentuali al tiro ci hanno costretto ad inseguire sempre. Il ritmo della partita non è stato quello che avremmo voluto e la maggior qualità dei padroni di casa ha fatto il resto. Dobbiamo ancora maturare e capire che siamo una squadra forte solo a determinate condizioni che oggi non siamo stati bravi a fare in modo che si realizzassero. Possiamo fare meglio e pretendere di più da noi stessi".