Pol. Libertas Calendasco - BSL San Lazzaro 38-89

BSL: Torresani 21, Colli 6, Melchioni 13, Zarfaoui 11, Zanetti 17, Panighi 5, Trombetti 8, Ghigi 4, Raffaelli 4, All.re Dalè, Ass.te Zanaroli.

Pol. Calendasco: Corti 1, Bugada 2, Zanasi, Agolini 11, Losi, Cicalini, Montanari 4, Bastia, Patelli 14, Spelta, Diagne 6. All. Massari

Parziali: 11-21; 23-34; 33-63; 38-89

Da Calendasco arriva l'ottava perla nella striscia di vittorie dela BSL San Lazzaro di coach Dalè. Senza grandi intoppi una BSL in formazione rimaneggiata per i guai fisici che hanno fermato Talarico e Viviani, le biancoverdi hanno regolato il fanalino di coda Calendasco (ancora a digiuno di referti rosa) con una partenza intensa in difesa (11 recuperi nei primi 6 minuti) che ha subito messo in chiaro la differenza di valori tecnici e scavato un primo divario di una decina di punti (21-11 al 10'); nel 2° quarto reazione della squadra di casa che, complice un calo mentale  delle sanlazzaresi, riaccende un po' la gara, ma alla pausa lunga è comunque 34-23 per le viaggianti. Dopo l'intervallo di metà partita lo strappo è deciso e il vantaggio cresce senza limiti con prove balistiche degne di nota come le quattro triple consecutive di Torresani o la gara "totale" di Zanetti (17 + 11 rimbalzi). Unica piccola coda polemica il diverbio accesosi nell'ultimo minuto tra Panighi e la locale Diagne intorno all' "utilizzo" più o meno lecito delle braccia.

 

Con il prezioso contributo di Gianluca Rimondi