Fortitudo 103 - BSL San Lazzaro 61-59

BSL: Zambonelli 1, Scandellari 10, Barattini 9, Venturoli 5, Annunzi 12, Baietti 6, Zambon 3, Guastamacchia, Curti 7, Agriesti 2, Pezzano 4, Muzzi, All.re Comastri, Ass.ti Marinelli, Ansaloni.

                                                        

 

F103: Montanari, Apena, Torricelli 4, Tronconi 6, Zucchini, Yabre 2, Fasano 23, Sibani, Mazzotti 3, Mancini 13, Tidey 4, Cenni 3. All.: Pampani

 

Partita dai due volti quella giocata nella splendida cornice del PalaDozza.

Primo tempo caratterizzato da un buon gioco da parte di entrambe le squadre: avvio a marchio biancoblu che specialmente a rimbalzo d'attacco fanno sentire la maggior fisicità, mentre il secondo quarto è a marchio BSL che sorpassa a quota 24-23 e potrebbe scappare con un poco di margine in più dei 6 punti con cui si va negli spogliatoi per l'intervallo.

Il secondo tempo vede invece una qualità di pallacanestro mediocre sia per i padroni di casa che per gli ospiti, con la BSL che a qualche errore di superficialità e disattenzione, aggiunge delle percentuali di tiro che sono purtroppo ampiamente insufficienti. Nonostante questo i biancoverdi conducono sempre la partita, con una difesa sempre attenta e pronta a lottare fisicamente. Negli ultimi sei minuti però Zambonelli (per l'occasione) e compagni devono assistere al "Fasano Time" con 15 punti filati che segnano il risultato finale. Sicuramente bravo il ragazzo scuola Sg Fortitudo prima e Pontevecchio poi, ma la BSL ha concesso troppo, specialmente con errori individuali.

Possibilità di chiudere la contesa per i biancoverdi a 1'50", non sfruttata con liberi e possesso, da +1 il punteggio scivola a -1 che diventa -4 a 40" dal termine. Canestro e difesa consentono comunque di avere il tiro del supplementare o della vittoria, ma la preghiera che non viene accolta.

Un vero peccato, oggi i biancoverdi avrebbero meritato qualcosa di meglio per quanto espresso sui 40'.

Forza BSL, crederci sempre!