BSL San Lazzaro - Stamura Ancona 78-68


BSL San Lazzaro: Omicini 10, Lanzarini 18, Tepedino 19, Naldi 4, Betti 10, Saccone, Moretti 9, Baldi, Carletti, Domenichelli 3, Negroni, Zecchini 5. All. Comastri, ass. Bettiol. 

CAB Stamura Ancona: Zandri 12, Gospodinov 14, Cognigni 25, Petrilli 13, Gnoffo 1, Moltedo, Bartolucci, Caggiano 1, Sampaolesi, Mancini, Bendia, Anibaldi 2. All. Bigi

Parziali: 17-18, 31-27, 49-52, 78-68.

La BSL San Lazzaro Bissoli & Bissoli mette a segno un altro importante successo nel campionato di Under 18 Eccellenza DNG piegando tra le mura amiche del Pala Rodriguez una formazione ostica come il CAB Stamura Ancona 78-68. La formazione biancoverde è stata protagonista di una prestazione corale di grande generosità e sacrificio, testimoniata da ben quattro giocatori finiti in doppia cifra (Luca Tepedino è arrivato a quota 19 punti ed Alessandro Lanzarini a 18). Ad Ancona non è invece bastata la prestazione sopra le righe di Tommaso Cognigni.

La BSL è partita con il piede giusto e tanta intensità messa in campo arrivando fino al +6 ma poi ha subito il ritorno di Ancona che, grazie ad un parziale di 8-1 chiuso da Cognigni, è riuscita a chiudere la frazione d’apertura a +1 (18-17). Tutto da rifare per i biancoverdi emiliani che non si sono comunque persi d’animo e, pur con qualche difficoltà di troppo al tiro da fuori (nei primi 20 minuti la BSL ha sbagliato tutte e undici le triple tentate), nel secondo quarto hanno ritrovato il bandolo della matassa stringendo le maglie difensive (soltanto 9 punti concessi ai marchigiani) e chiudendo in crescendo la frazione (31-27 all’intervallo lungo). In uscita dagli spogliatoi è quindi arrivato un nuovo allungo biancoverde, griffato da una retroguardia sempre attenta e dai canestri di Lanzarini e Omicini (40-30). Un bonus falli speso in meno di 3’ e un calo di tensione della BSL hanno però rimesso prepotentemente in partita Ancona che con pazienza ha ricoperto tutto il solco e addirittura rimesso la testa avanti chiudendo il quarto con il gioco da tre punti di Zandri per il 49-52. Il testa a testa è poi andato avanti fino a pochi passi dal traguardo quando la BSL ha definitivamente preso in mano le redini del match con le bombe di Lanzarini e i canestri di Tepedino.