BSL San Lazzaro - Sg Fortitudo 66-63

BSL: Ragazzini, Lemmi Gigli, Tagliati 5, Bonesi 7, Ghiacci, Guidetti 2, De Pasquale 11, Trebbi 6, Mellara 15, Bini 16, D'Anna 2, Placanica 2, All.re Lucchini, Ass.ti Baldazzi, Gori.

SG Fortitudo: Maldina 9, Orlando 8, Rola 4, Costi, Molinari, Scolletta 7, Benni 20, Sovrini 4, Guidotti 2, Zazzaroni 5, Grandi 1, Pagklinawan 3.


Parziali: 22-15, 36-33, 47-52.


Finalmente rialziamo la testa e dopo 6 partite sott'acqua si torna a respirare rimettendo fuori la punta del naso o,  come ha detto Coach Lucchini, semplicemente un orecchio.

Affrontiamo in casa la Fortitudo con la quale avevamo strappato l'ultimo referto rosa, ed eravamo tutti curiosi di vedere la tanto sospirata reazione a questo periodo di magra.

Partenza con il botto per i nostri ragazzi: occorreva imporre un buon ritmo per evitare di rimanere infangati in un match punto a punto che ci ha sempre visto soccombere ma, dopo un 10-0 iniziale per noi, ecco che il livello del "fango" inizia a salire.

Gli automatismi iniziali non sono più limpidi e i ragazzi di via S.Felice giocano un buon match : recuperano il gap iniziale e ci impongono addirittura il loro ritmo, mettendoci in affanno, conducendo per tutto il terzo quarto e buona parte dell'ultimo.

Oggi però nel fango ci stiamo bene: abbiamo imparato a conviverci e dimostrato come saperne uscire.

Guarda caso con il sacrificio, i tiri sporchi, i rimbalzi strappati con le unghie, la pazienza in attacco si vincono le partite e oggi, trascinati dal nostro "Big Danny" abbiamo portato a casa un match non bellissimo , ma forse molto significativo per il proseguo di stagione.

Ora ci attende un finale di prima fase da paura, ma forse potremmo anche recitare il ruolo di "mine vaganti del campionato" e potrebbe anche essere divertente.

Proviamoci!