BSL San Lazzaro - Oxygen Bassano (Finali Nazionali) 51-63


Parziali: 18-18; 9-14; 19-16; 5-15

 

BSL: Lionetti 3, Tonielli, Dalla Valle 7, Amaro, Biffoni, Negroni L. 5, Gianfagna, Moretti 2, Tepedino 14, Malaguti 2, Tamborino 12, Sibani 6. All.: Comastri; Ass. Magli, Monteguti; Acc.: Pompili.

 

Oxygen: Comunello, Ojo 15, Pavin 4, Mabilia, Dalla Valle 6, Tasca 1, Campagnolo, Nnabuife 9, Piotto, Bertossi, Agbamu 28, Valenti. All.: Gallea.

 

Tratto dal sito della Fip/giovanile...

 

San Lazzaro - Oxygen Orange1 Bassano 51-63
È dell'Oxygen Bassano la super sfida contro San Lazzaro, battuta con un +12 (51-63) arrivato dopo 40' di battaglia e intensità selvaggia. Come anticipato un match bellissimo, che Bassano ha condotto per larghi tratti, facendo leva sulla straripante fisicità di Agbamu e sugli spunti di Ojo, preciso al tiro e capace di regalare le solite magie, soprattutto a campo aperto. San Lazzaro, però, è stata brava a restare in partita, rispondendo colpo su colpo alle iniziative degli avversari. È stato così dopo il -11 (7-18) fatto registrare a metà del primo quarto, ed è stato così anche dopo il gran break propiziato da Nnabuife in avvio di terza frazione, che aveva riportato i veneti oltre la doppia cifra di vantaggio (27-38). In entrambe le occasioni, però, San Lazzaro ha risposto da grande squadra, affidandosi prima al gioco spalle a canestro di Tamborino e poi alle giocate in velocità di Tepedino, cui faccia tosta e talento non mancano. Da sottolineare anche l'impatto in uscita dalla panchina di Dellavalle, fondamentale nel riportare i suoi a -2 (46-48). Perciò si decide tutto in un finale al cardiopalmo, in cui a far la differenza è stato il solito Agbamu, un fattore sia in attacco che in difesa. Perciò traguardo dei quarti di finale un pizzico più vicino per l'Oxygen, con coach Gallea contentissimo per la capacità dei suoi di rimanere sempre concentrati: "Non era semplice, San Lazzaro è un'ottima squadra, ma rimanendo concentrati abbiamo fatto un altro passo in avanti". Nonostante la sconfitta, sorridente anche coach Comastri: "Orgogliosi di quello che stiamo facendo, dobbiamo avere la forza di andare avanti così".