BSL San Lazzaro - Basket 2000 Senigallia 88-65


BSL San Lazzaro: Zarfaoui 12, Cappellotto 8, Mantovani 4, Colli 13, Talarico 17, Ghigi 12, Trombetti 8, Romagnoli 2, Zanetti 9, Viviani 3. All. Dalè, ass. Gori. 

My Cicero Basket 2000 Senigallia: Cattalani 5, Amadei 6, El Haiti 14, Sordi 20, Baracaglia ne, Vecchietti 2, Formica, Lazzari 1, Castagnolo 2, Bonacci, Angeletti 15. All. Tonucci.

Parziali: 16-19; 49-34: 71-46; 88-65

 

Inizia bene lo sprint playoff auspicato da coach Dalè per la BSL Elettromarketing: le ragazze in biancoverde regolano infatti una pur combattiva My Cicero Basket 2000 Senigallia per 88-65 in una gara ancora una volta a due facce per la squadra di casa. Un avvio troppo morbido con tanti lay-up lasciati sul ferro e una eccessiva libertà concessa alle attaccanti marchigiane nella propria area, ha prodotto un parziale di 11-4 con cui Senigallia ha chiuso il primo quarto avanti 19-16. La BSL ha però cambiato passo dopo il primo mini intervallo e la differenza di atteggiamento si è vista soprattutto in difesa, con una pressione costante anche a tutto campo che ha generato tanti recuperi (saranno ben 40 le palle recuperate a fine gara) e canestri in soprannumero, come testimonia il perentorio 33-15 che fissa il risultato sul 49-34 di metà tempo. La corsa delle sanlazzaresi continua gagliarda anche al rientro dagli spogliatoi con vantaggi sempre crescenti e un match chiaramente indirizzato, fino al massimo scarto: 81-50; il merito delle ragazze della My Cicero sta nel non abbandonare la contesa nel finale e  continuare ad alimentare la bomber Sordi che con una sequenza di triple rende meno pesante la sconfitta sul parquet della Rodriguez: sul tabellone il finale è 88-65.

I numeri che si fanno ricordare in questa franca vittoria biancoverde sono, oltre ai già citati 40 recuperi a fronte delle 14 palle perse, i 10 assist da 6 mani diverse e le 4 stoppate, i 21 rimbalzi d'attacco e i ben 84 tiri dal campo, segno degli alti ritmi impressi alla gara; 4 le giocatrici in doppia cifra con menzione per i 13 della 2004 Giulia Colli alla sua migliore prova realizzativa della stagione, e i 12 di Ghigi e la sua difesa grintosa, ma anche i 9 punti + 7 rimbalzi di Sara Zanetti e gli 8 più 3 assist di Alice Cappellotto sono degni di nota; per concludere, il match ha salutato i primi minuti di campo di Greta Mantovani, reduce da un lungo periodo di inattività dovuto all'infortunio  al ginocchio patito durante lo scorso campionato: per lei 4 punti e segnali incoraggianti di un recupero ormai agli stadi finali.